TrashCup: ultimo atto!


Cari trashini,
il caso Satta Flores ha avuto un grande seguito, tant’è che abbiamo registrato il nuovo record di accessi unici in un giorno. Grazie, grazie, grazie!
Adesso siamo al momento clou: finali! Sigla!




Iniziamo con la finale 3°-4° posto. Avete UNA SETTIMANA di tempo per esprimere la vostra preferenza.

Beh, se non fosse per la TrashCup, di Sheila & Kiki avremmo perso le tracce. Infatti, dopo il doppio successo di “Spalmami la crema” e “Slacciami il grembiule”, e l’allestimento di un blog in cui si sottolineano “le parole semplici e toccanti delle loro composizioni” e “la freschezza di un disco forte e tenero”, le due ex cameriere da un anno aggiornano il loro spazio web semplicemente caricando foto prese dai loro videoclip. Qui invece lottano per il bronzo.
Lottano per il bronzo grazie a “Slacciami il grembiule”, un brano dal significato recondito, talmente recondito da dissolversi nel nulla. Probabilmente c’entra qualcosa la cucina, a giudicare dalla location del video. Probabilmente c’entra qualcosa l’erotismo, a giudicare dalle inquadrature del video. Le uniche cose che forse non c’entrano sono la musica e la musicalità, a giudicare dalla voce delle due raffinate artiste.


Sheila & Kiki nella TrashCup:
SHEILA & KIKI 100% Tony Marciano 0%
SHEILA & KIKI 100% Maria Giovanna Elmi 0%
SHEILA & KIKI 100% Danny Chunga 0%
WANNA MARCHI 100% Sheila & Kiki 0%



Se Sheila & Kiki sono sparite da un po’, Solange, invece, è prossimo all’oblio anche lui. Anche se dimenticare Paolo Bucinelli sarà un po’ più difficile, visto che la sua carriera è iniziata negli anni Ottanta come cantante, proseguita negli anni Novanta come sensitivo, e giunta nel XXI secolo come …, vabbè è giunta fino ai giorni nostri. È una presenza fissa della TrashCup, con un secondo posto nel 2009, un Premio della Critica nel 2010, ed un probabile podio nel 2011.
Così, dopo aver rispolverato “Sole Solange” e “Palline colorate”, quest’anno è il turno del B-side di quest’ultima, ovvero “Angela angelo”. La forza del pezzo è che qui Solange non canta, a vantaggio dell’ascoltabilità del pezzo, ma si limita a recitare una poesia dedicata alla tragica morte di tale Angela, poesia infarcita dalla parola “amore” (presente più in questi due minuti che in tutta la discografia di Meneguzzi) e da un’interpretazione drammatica.

Solange nella TrashCup:
SOLANGE 60% Cinzia Oscar 40%
SOLANGE 67% Anna Sax 33%
SOLANGE 75% Tina Sacco 25%
EVA HENGER 67% Solange 33%



Come ci saliamo sul podio? Slacciando un grembiule od imbucando una lettera nella cassetta dei sogni?



Per la finalissima, avete DUE SETTIMANE di tempo per votare, ed ogni voto vale DOPPIO nell’ambito della sfida a squadre e TRIPLO nell’ambito del concorso mp3sh.

La prima finalista è Miss Teen Ungheria 1989, moglie di Riccardo Schicchi e mamma di Riccardino Schicchi. Ex attrice porno (indimenticabili le sue interpretazioni in “Peccati di gola” e “Capricci anali”), Eva Henger, dopo l’abbandono dei set a luci rosse, si è riciclata nel cinema serio (con Jerry Calà e Karim Capuano), nella conduzione, ed anche nella musica: ben cinque singoli incisi, tra cui il recente remix di “Parole parole parole” di Mina.
In questa TrashCup, abbiamo riscoperto il debutto musicale di Eva (datato 1998) “Ooh yeah”. Prima di tutto, bisogna notare che la clip della canzone ha meno visualizzazioni del rap di G&G, scritto appositamente per la TrashCup e dedicato proprio a questa canzone. Evidentemente il pubblico della rete non approva gli orgasmici “vengo, vengo, vengo”, proferiti in un contesto politico particolare, ovvero la nascita della Comunità Europea.


Eva Henger nella TrashCup:
EVA HENGER 89% Milena Gagliotta 11%
EVA HENGER 80% Karim Capuano 20%
EVA HENGER 67% I Sciosciammocca con Alessio 33%
EVA HENGER 67% Solange 33%



L’altra finalista è Wanna Marchi, che ha tre aspetti in comune con Eva Henger. Il primo è che non è diventata famosa grazie alla musica. Il secondo è i problemi con la legge. Il terzo è una certa affinità con il sesso anale: infatti, con la vendita dei suoi prodotti, Wanna l’ha messa in culo a molte persone. Segnaliamo inoltre il suo momento letterario, quando, riprendendo Silvio Pellico, ha scritto con la figlia Stefania Nobile “Le nostre prigioni”.
E segnaliamo il suo momento musicale, avvenuto nel 1988 con “D’accordo?”. Il merito di questo singolo è di aver lanciato il gruppo dei Pommodores ed il suo tarantolato batterista. Purtroppo questi tre bei ragazzotti, così come sono stati lanciati, così sono ricaduti e di loro resta solo questa base sulla quale sono sovrapposti i deliri di Wanna. Se avessimo portato per tre minuti un registratore in una savana, avremmo ottenuto un risultato identico.

Wanna Marchi e i Pommodores nella TrashCup:
WANNA MARCHI 60% Lisa Castaldi 40%
WANNA MARCHI 75% Ida Rendano 25%
WANNA MARCHI 67% Aida Satta Flores 33%
WANNA MARCHI 100% Sheila & Kiki 0%



È ora di incoronare il terzo vincitore della TrashCup. Chi volete far risuscitare dalle ceneri della Piccola Anna e di Karim Capuano? Scegliete bene, è la vostra ultima votazione!


Per esprimere un’opinione sulle sfide in corso e guadagnare così punti per il concorso mp3sh, cliccare su “Leave a comment” accanto al titolo del post e lasciare un commento.

Annunci

Pubblicato 20 novembre 2011 da trashcup in Senza categoria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: