15ª sfida: Le mamme




Una delle classiche lamentele dei lavoratori e disoccupati italiani è che nel mondo del lavoro si riesce ad entrare ed andare avanti solo per raccomandazione o per parentela. I “parenti di” rischiano così di essere vessati, anche se hanno indubbi meriti. Oggi, per la squadra “Napoli”, presentiamo uno di questi casi. Se Natalino Nardi ha avuto il successo che ha avuto non è perché è il nipote del barone della musica neomelodica Mauro Nardi, ma semplicemente per le sue qualità canore. Ci vuole tanto ad ammetterlo? Anzi, molti addirittura credono che tra Natalino e Mauro ci sia solo omonimia. Il giovane Nardi (da non confondere col Piccolo Nardi, altro cantante partenopeo) ha tre CD all’attivo dal 2006 ad oggi, e, al suo fan club su Puntochat.it ci sono ben 11 iscritti. Cosa vuoi che se ne freghino questi undici su chi è lo zio di Natalino? E allora in questi casi l’unica cosa da fare è ascoltare e tacere.
Ascoltiamo dunque “’E mamme”, l’omaggio di Natalino alla figura materna. A parte la ripresa e la napoletanizzazione del verso “Son tutte belle le mamme del mondo” dal classico di Gino Latilla, vengono abbandonati tutti i luoghi comuni sulle mamme, ed il risultato è davvero originale. Innanzitutto il soggetto: l’attenzione verte sulle donne che restano gravide a sedici anni, e, poi, raggiunta la quarantina, si truccano a tal punto da essere più appariscenti delle figlie e da riuscire ancora ad acchiappare. Poi l’arrangiamento: non la classica dolce melodia, ma una base dance con tanto di coro “ma ma mama maè” (citazione dei Negrita?). Infine la location: il carcere di Poggioreale, molto adatto al tema della canzone. Anche se, a giudicare dal playback, potrebbe anche essere il video di un’altra canzone. Nota sulla scena finale, dove il Nardi bacia sulle labbra una donna più grande di lui: che l’ammirazione tramuti in incesto?



Noi di TrashCup dovremmo fare una statua a chi rappresenta il “Resto d’Italia” in questa sfida. Già, perché, molti visitatori che arrivano su questo blog sono dei rattusi, che cercano su Google “Maria Giovanna Elmi nuda” o “Maria Giovanna Elmi su Playmen” ed invece arrivano alla pagina dove si ascolta la canzone “Amelia”, quinta classificata alla scorsa TrashCup. Maria Giovanna Elmi ha quarant’anni di carriera, nei quali: è stata una delle più famose, se non la più famosa annunciatrice RAI; ha condotto due volte il Festival di Sanremo; ha scritto su Il Messaggero; ha presentato una trasmissione per bambini con Mal e Tony Santagata (mica cazzi…); ha condotto “Occhio alla spesa”; si è classificata terza all’Isola dei Famosi. Ma l’unica cosa che interessa al pubblico sono le sue foto senza veli sulla rivista Playboy. Ed è un peccato che nessuno, a parte noi di TrashCup, si concentri sulla sua discografia.
Nella scorsa sfida, abbiamo visto Enzo Caradonna ed il Circolo 02PD che proponevano una loro versione di canzoni datate. Nel 1980, invece, Maria Giovanna Elmi incise la cover di un pezzo a lei contemporaneo: un evergreen della musica italiana, quale “La prima cosa che devi sapere” dei Cugini di Campagna. La versione della “fatina”, intitolata anch’essa “La prima cosa”, è indirizzata ad un pubblico infantile. Nella canzone Maria Giovanna impersonifica una donna che si rivolge al figlio, fornendogli originali insegnamenti di vita, quali essere se stessi, mai parlare alle spalle, dare sempre il meglio, ecc., e predicendogli un misterioso futuro (“verso prati mai visti tu andrai”). Ma il climax è nel ritornello, quando la Elmi deprime il figlio, pensando a quando lui se ne andrà di casa e lei lo perderà. Ma non credo che al bimbo questa cosa rattrista: per lo meno non dovrà più ascoltare la Elmi cantare.



Volete continuare ad ascoltare canzoni sul rapporto madre-figlio, dal punto di vista del pargolo Natalino Nardi o da quello della genitrice Maria Giovanna Elmi?

Per guadagnare punti per il concorso mp3sh (vedi regolamento…) lasciare, oltre al voto, un commento a sostegno di uno dei due sfidanti o un’analisi sulla sfida.

La presentazione-rap è scritta e cantata da G&G. VISITA IL SUO MYSPACE E GUARDA LA PRESENTAZIONE DEL SUO NUOVO CD!

Annunci

Pubblicato 15 aprile 2011 da trashcup in Senza categoria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: