1° quarto di finale: Tarantella contro latino

Cari trashini,

iniziamo i quarti di finale con una sfida tutta da ballare. Due ritmi completamente diversi, uno legato al sound classico partenopeo, l’altro al ritmo tropicale moderno. Ma, come già abbiamo avuto modo di imparare nella TrashCup, dietro i motivetti più semplici si celano testi molto significativi. Infatti, laddove “Nun sì bbuono” affronta il problema dell’impotenza maschile, “Pallone marcio” argomenta sulla violenza negli stadi. Scendono in campo

 

MILENA GAGLIOTTA vs KARIM CAPUANO

 

Prima di Trashoplis era una semisconosciuta. Poi è entrata nel cuore di voi trashini. Nei primi due turni della TrashCup ha eliminato due artiste di chiara fama, come Jo Squillo e Maria Teresa Ruta. Sarà anche per questo motivo che oggi le informazioni sulla rete riguardo Milena Gagliotta, rappresentante della squadra “Napoli” in questa sfida, non si limitano più al solo pezzo qui proposto. Anzi è possibile trovare su Youtube quasi tutto il suo repertorio.

Ma noi restiamo affezionati a “Nun sì bbuono”, un brano di respiro internazionale. Sia per i contenuti, perché, diciamocelo chiaramente, in quale paese del Mondo non capita che ci sia una ragazzina come la Gagliotta importunata da qualche vecchio? Ma l’internazionalità è soprattutto nella presenza dei fans cinesi, venuti in Italia appositamente per mettere le mani sulle cassette pirata di Milena. E poi dicono che in Cina c’è un regime repressivo…

Il percorso di Milena:  Primo turno      Ottavi di finale

 

 http://dailymotion.virgilio.it/swf/video/x6ox3y?additionalInfos=0

Il rappresentante del “Resto d’Italia” non ha più bisogno di presentazioni, visto che è con noi dalla nascita del blog. Quest’anno voi trashini lo avete quasi unanimemente preferito prima a Sasà Amendola e poi all’accoppiata Gianni Sacco-Fabrizio Ferri. Parliamo ovviamente di Karim Capuano, di cui, grazie al sito de “La talpa”, siamo riusciti a capire qual è la sua professione ufficiale: il modello. Anche se sarebbe ingiusto vedere Karim solo come tale.

Infatti, con “Pallone marcio”, Karim si dimostra essere prima di tutto un modello di vita. Poco importa se nella vita reale lui sia stato coinvolto in più di un’aggressione. Quello che conta è il messaggio che esce da questa canzone, un appello agli ultras per un tifo sano, basato sul ‘lalala’ e non sullo ‘spaccare tutto’. E su una base sulla quale anche Natalia Estrada si rifiuterebbe di cantare, il Capuano sentenzia: ‘Noi andiamo forte se non c’è malignità. Dove non ce n’è?’

Il percorso di Karim:    Primo turno      Ottavi di finale

 

 

L’ennesima ardua scelta da compiere. A chi volete dare la possibilità di giocarsi il podio? All’inno contro l’impotenza su base folcloristico-partenopea interpretato da Milena Gagliotta o all’inno alla non violenza su base latino-americana interpretato da Karim Capuano? A voi la scelta!

 

VIA AL TRASH-VOTO!

Per votare fare clic su “Aggiungi commento” ed esprimere la propria preferenza. Il voto va all’artista/canzone ritenuto/a più trash.

Annunci

Pubblicato 23 luglio 2010 da trashcup in Musica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: