7° ottavo di finale: Per le masse

Cari trashini,

visto che oramai ad ogni sfida superiamo il muro delle cinque visite, possiamo tranquillamente dire di essere un sito per le masse popolari. Per sdebitarci, saranno proprio le masse popolari il tema di questa sfida! Tra le masse popolari il metodo più efficace per comunicare è il telefonino? Nessun problema, ascoltate “3”. Le masse popolari hanno bisogno di politici che si preoccupano del loro futuro? Beh, ascoltate “Cosa sarà”. Gli interpreti in gara sono

 

ROSARIO MIRAGGIO vs IL CORO DEI PARLAMENTARI

 

“Napoli” si affida a Rosario Miraggio, figlio del compianto Franco, col quale duettò all’età di otto anni. Dopodiché si prese una pausa di riflessione. Dopo un’adolescenza passata a riflettere, Rosario Miraggio diviene a 18 anni un cantante neomelodico, poco dopo è uno dei più famosi cantanti neomelodici ed oggi, forse grazie al titolo del suo singolo (“Il tuo spazio nel mio tempo”) che fa tanto Tiziano Ferro dei poveri, un cantante del circuito nazionale.

Ma il primo tassello di questa carriera costellata di soddisfazioni è “3”, la canzone sull’avvento del videofonino. Anni ed anni prima dei diversi casi di stalking, Rosario già si entusiasmava dell’opportunità che dava la 3 di attaccarsi morbosamente al telefono con la ragazza, rinunciando a qualsiasi contatto con l’esterno (‘manco cu ‘ cumpagne scengo cchiù pecché ‘nzieme a me staje sempe tu’), a meno che non si tratti di mostrare in giro la foto dell’amata.

Così Rosario Miraggio nel turno precedente

 

 

La rappresentativa del “Resto d’Italia” ha una sua storia. Siamo nel 1995, ed il Parlamento promuove il Progetto Giovani, il cui scopo è aiutare i ragazzi disagiati. Per pubblicizzare tutto ciò, non c’è nulla di meglio che prendere a cazzo 34 bipedi dalla Bicamerale (nessun partito escluso) e far cantare loro una canzone. Secondo il sito Orrorea33giri, la beneficenza ‘non basta neanche lontanamente a giustificare l’infamia del prodotto realizzato’.

Il pezzo si intitola “Cosa sarà”, ed è quello che ognuno si chiede quando ascolta la canzone. Nelle strofe pare che si dica che a tutto c’è soluzione, ed il ritornello la offre: ‘viviamo a quattro mani’. Forse è più opportuno dire a quattro zampe… Gli onorevoli, scenici come dei monoliti, si scatenano nel ritornello in una coreografia che al confronto Loredana Lecciso è Anna Pavlova. Il pubblico li applaude, perché fanno meno danni in TV che in Parlamento.

Così il Coro dei Parlamentari nel turno precedente

 

 

Le due perle musicali sono ritornate alla vostra memoria, ma potete sceglierne solo una. Ritenete più popolare il mezzo di comunicazione decantato dal Miraggio o la speranza nel futuro data dai nostri Parlamentari? A voi la scelta!

 

VIA AL TRASH-VOTO!

Per votare fare clic su “Aggiungi commento” ed esprimere la propria preferenza. Il voto va all’artista/canzone ritenuto/a più trash.

Annunci

Pubblicato 2 luglio 2010 da trashcup in Musica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: