TrashCup: il regolamento

Cari trashini,

l’intervento di questa settimana è abbastanza palloso, perché si tratta di rendere note le regole che guideranno la TrashCup, la competizione musical-trash che solo noi al mondo possiamo vantare.

Se vi cacate il cazzo, ci vediamo su questo blog la vigilia di Natale, però dopo non fate come i tifosi che apostrofano come “cornuto” l’arbitro quando le cose non vanno bene, perché, se le regole non si sanno, è meglio tacere.

Dopo questo vano tentativo di tenervi incollati su questo sito, esplicitiamo il regolamento.

 

Le squadre

 

Come l’anno scorso, esistono due squadre, “Napoli” e “Resto d’Italia”, composte da 16 artisti l’una. Della squadra “Napoli” fanno parte quei cantanti (o presunti tali), non obbligatoriamente napoletani e che non cantano obbligatoriamente in dialetto partenopeo, che si rivolgono esclusivamente o principalmente sul mercato discografico locale (dove il termine “locale” abbraccia dal singolo condominio al Centro-Sud d’Italia). Della squadra “Resto d’Italia” fanno parte invece quei cantanti (o presunti tali), anche napoletani, che teoricamente (molto teoricamente) dovrebbero avere un riscontro su tutto il territorio nazionale.

 

Gli artisti

 

Ogni artista è in gara con un’unica canzone. Le canzoni presentate nelle precedenti edizioni della TrashCup non saranno più proposte. Gli artisti invece saranno riproposti solo se nella precedente edizione della TrashCup si sono classificati tra i primi otto o hanno vinto il Premio della Critica.

LA LISTA DEI PARTECIPANTI SARA’ RESA NOTA GIOVEDI’ 24 DICEMBRE.

 

Le sfide

 

Ogni settimana sarà inserita una canzone per squadra. I lettori voteranno la più trash cliccando su “Aggiungi commento” ed esprimendo la propria preferenza. La canzone che ha ricevuto più voti passa il turno.

Il tempo utile per votare è una settimana. Lo stop al trash-voto viene dato, a meno che non ho altri cazzi da fare, il giovedì alle 18:30.

Se nei turni successivi al primo le due squadre non avranno lo stesso numero di artisti in gara, si potranno sfidare anche artisti della stessa squadra.

Il punteggio finale delle squadre “Napoli” e “Resto d’Italia” è determinato dalla somma dei voti che i loro componenti hanno ricevuto in tutte le sfide del torneo. I voti ricevuti in finale valgono doppio.

 

Gli argomenti delle sfide

 

Almeno al primo turno, le sfide saranno a tema, ovvero si incontreranno due canzoni/artisti con qualcosa in comune. Gli argomenti delle sfide del primo turno della TrashCup 2010 sono i seguenti: il calcio, i problemi familiari, la canzone d’amore, l’insoddisfazione femminile, il plagio musicale, il tradimento, la città, l’omosessualità, il triangolo amoroso, gli animali, l’economia, il sesso, la comunicazione, il futuro, l’anticomunismo e l’amore senile.

 

In caso di pareggio

 

Nel caso in cui in una sfida i due cantanti ricevano lo stesso numero di voti, passa il turno l’artista meglio classificato nella precedente edizione della TrashCup.

Se nessuno dei due artisti ha questo requisito, il primo voto decide il passaggio del turno. Se nessuno dei due artisti ha ricevuto voti, passa il turno la canzone che ha venduto di meno.

 

SuperTrashCup e MP3sh

 

La SuperTrashCup sarà disputata alla fine della TrashCup e vi partecipano gli artisti meglio piazzati nelle varie edizioni della TrashCup.

Il concorso MP3sh sarà seguito invece sulla newsletter di TrashCup (alla quale ci si può iscrivere mandando una mail all’indirizzo magnitudine4.71@hotmail.it, o firmando il guestbook o commentando): i tre lettori che lasceranno il maggior numero di voti in tutto il torneo riceveranno in premio un rarissimo mp3 trash (è bene chiarire che in ogni sfida, un lettore può esprimere solo un voto).

 

Chi non partecipa

 

Abbiamo deciso da quest’anno di escludere dalla TrashCup i cantanti passati a miglior vita (a meno che non muoiano durante il corso del torneo). Lo abbiamo fatto l’anno scorso, e abbiamo sbagliato. Ci rifacciamo, riascoltando il pezzo “’A Madonna sta chiagnenno” del fu Franco Miraggio, 30° nella precedente edizione della TrashCup, senza commenti e senza ironia.

 

Appuntamento al 24 dicembre per la lista dei partecipanti.

 

Stay tuned!

 

Comunicazione di servizio: da oggi TrashCup ha un nuovo amico. Si chiama Youqingerwulei, che, in cinese, vuol dire “Amore senza limiti”, ed è un blog gestito dal Trashino Wangyang (già collaboratore di TrashCup in occasione delle interviste ad Alberto Donatelli ed alla Piccola Anna). Il blog, dedicato a considerazioni sulla politica e sulla vita, è scritto in cinese, e dunque lo consiglio vivamente a tutti i lettori orientali di TrashCup.

Annunci

Pubblicato 17 dicembre 2009 da trashcup in Senza categoria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: